Black List di Aams decresce da 3507 a 3504

 

black list aamsL’Amministrazione autonoma dei monopoli di stato, meglio nota come aams, ha pubblicato una nuova Black List, cioè l’elenco di tutti i siti di poker e casino online che operano senza aver ottenuto la regolare licenza italiana. Tale elenco, dopo diversi mesi di incremento, ha subito un arresto.

Missione di aams è proprio il tentativo di evitare che i siti privi di regolare licenza, possano offrire ai cittadini italiani i loro prodotti, primi fra tutti i casino online. Nel corso di questi ultimi mesi, la Blck List di aams ha fatto registrare un costante aumento di siti bloccati. Attualmente, però, qualcosa è cambiato giacchè la lista conta soltanto 3.504 siti bannati, rispetto ai 3507 della scorsa settimana scorsa, inaccessibili agli utenti italiani.

Il motivo di questa inversione di marcia è da ricercare quasi sicuramente, nell’arrivo di 200 nuove licenze riconosciute per tutti i potenziali concessionari di giochi online. Ovviamente, non va dimenticato che a partire dal 18 luglio scorso i casino legalizzati hanno fatto ufficialmente il loro ingresso in Italia.

Sulla base dell’esempio italiano, adesso anche altri paesi europei come il Regno Unito hanno preso atto del problema relativo ai siti illegali di gioco online, rifacendosi però ad un decreto italiano risalente al 2006, sensibilizzando gli utenti su eventuali rischi nei quali si può incorrere giocando su un sito privo di licenza.

Comments are closed.